I 5 migliori hosting italiani green

Quali sono i migliori hosting italiani? In questa piccola recensione andremo ad analizzare i pro e i contro dei 5 hosting più famosi in Italia, alcuni di loro molto conosciuti altri meno. 

Uno dei parametri che riterremo di fondamentale importanza sarà il fatto di avere i propri data center su territorio nazionale e alimentati da fonti rinnovabili, perché anche il mondo del web deve dare il proprio contributo nella svolta green.

L’importanza di usufruire di un ottimo hosting che garantisca una continuità di prestazione e una user experience fluida sono le fondamenta per il successo di un’attività online

Sia che si possieda una sito aziendale, un blog o un e-commerce di grande dimensioni. Le soluzioni sono molteplici dai semplici hosting condivisi, ai super scalabili hosting cloud, andiamo ora a vedere le varie offerte.

migliori hosting italiani

VHOSTING

Il re della professionalità nel mondo dell’hosting online. Può vantare una votazione media di 4.8 con oltre 2000 recensioni (vedere per credere https://it.trustpilot.com/review/vhosting-it.com)!

 I suoi data center sono situati in Italia, Germania e Olanda. L’opzione base di hosting condiviso parte da 32€ l’anno (iva inclusa) fino ad arrivare a oltre 230€ al mese per server dedicati totalmente gestiti. Assistenza rapida e competente, non verrete abbandonati a voi stessi.

Inoltre tutti i data center dell’azienda vengono approvvigionati da energia 100% rinnovabile, portando a zero le proprie emissioni di anidride carbonica.

A nostro parere uno dei servizi di hosting migliori made in Italy.

TOPHOST

Il top se si vuole risparmiare, avere un ottimo servizio e allo stesso tempo semplice da utilizzare. Il prezzo base per l’hosting parte da 15,99€ + IVA per tutto l’anno (spesso lo si può trovare anche in offerta a 14,99€ annuali).

Offre una buon servizio di antispam incluso, per evitare di trovarsi sommersi da centinai di mail publiccitarie e newsletter sgradite. Il servizio è 100% nostrano con data center a Frosinone, quindi con assistenza in Italiano. Come pubblicizzano sul proprio sito web TOPHOST ha ricevuto il bedge che lo certifica come web hosting ecologico e sostenibile, una bella medaglia da appuntarsi al petto.

SEEWEB

Servizio ancora poco conosciuto ma sono una realtà solida e in rapida espansione, dinamica e conveniente (soprattutto per le loro soluzioni di l’hosting cloud). I data center di proprietà di questa azienda si trovano dislocati a Milano, Frosinone, Sesto San Giovanni e Lugano

Un pro non da poco, è la possibilità di contattarli tramite numero verde gratuito, e avere qualsiasi consiglio a livello commerciale e tecnico.

Molto pregevole anche l’attività di Blog che hanno messo in piedi, risolve problemi pratici e da delle indicazioni concrete a chi si affaccia per la prima volte alle problematiche relative al mondo dell’hosting e della sicurezza informatica.

Inoltre Seeweb è Gold Partner di The Green Web Foundation, organizzazione internazionale che promuove le transazione green nel mondo IT, cultura sostenibile che non viene solo integrata nell’utilizzo di fonti rinnovabili nell’alimentazione delle proprie server farm, ma anche come standard di comportamento all’interno dei propri uffici e favorendo, dove possibile, lo smart working.

KELIWEB

La qualità italica si fa sentire anche nella gestione dei data center. A nostro parere uno dei migliori server dedicati italiani, garantiscono massima sicurezza, assistenza h24 e 7 giorni su 7, un parco cliente che conta più di 25000 aziende all’attivo e soluzioni cloud enterpise 4.0.

Sulla piattaforma Trustpilot l’azienda si vede premiata con un 4,7 su 5 e ben 590 recensioni. Altro fattore da considerare è il fatto che i data center di Keliweb siano alimentati da energia green.

Con il piano base di hosting condiviso da 23.99€+iva riceverete gratuitamente un dominio a vostra scelta.

ARUBA

Per ultimo ma non per ultimo: Aruba, uno dei servizi hosting, mail hosting, firma digitale, gestione della fatturazione elettronica e acquisto domini .it più famosi in Italia. Spesso amato e odiato dagli esperti del settore web, è presente nel mercato dalla prima metà degli anni novanta con data center a Bergamo, Roma, Arezzo e a Ktis in Repubblica Ceca (visitabili su richiesta).

L’opzione basic con server condiviso costa 11,99€+IVA il primo anno, al rinnovo spenderete circa 28€+iva. Azienda solida e anche se spesso le recensioni non sono le migliori a loro carico.

Un grosso punto a suo favore è il fatto di star abbracciando la transizione green con convinzione e dedizione.  Aruba alimenta tutti i suoi data center con fonti rinnovabili certificate e anche auto prodotte. Non ci credete? Potete prenotare una visita nei loro stabilimenti direttamente online, e metterli alla prova.

Sai cos'è la SEO? Leggi il prossimo articolo!

Post correlati